Canzoni per uccidere i reali: in lode della playlist stranamente specifica — 2021

Fotografato da Erika Long. In questo periodo dell'anno scorso, ci siamo trovati a passare più tempo con gli schermi che mai. Abbiamo giocato a un sacco di videogiochi e guardato un sacco di TikTok, il tutto mentre cuocevamo il pane, sottacevamo verdure e piantavamo orti. Ci siamo collegati a tendenze come il cottagecore che ci hanno dato un aspetto, una sensazione e una fantasia con cui tenere occupate le nostre mani e la nostra mente. Poi, man mano che le settimane diventavano mesi, ci siamo adattati a una versione genericamente chic di intimo che ha placato i nostri sensi. Per tutto il tempo, playlist chillhop e lo-fi in streaming in sottofondo, il Ragazza lo-fi e Studio Beats racoon entrambi prigionieri felici sui nostri schermi.AnnuncioLe playlist lofi/chillhop della prima pandemia fornivano un piacevole rumore di fondo adatto al nostro stato generale. Erano pragmaticamente blandi e facili da memorizzare. Ma le cose sono cambiate. Ora, dopo mesi di cura e armeggiare, Internet è invaso da playlist iper-specifiche così particolari e di nicchia, che sembrano avere senso solo per i loro creatori e tuttavia, queste playlist super-individuali hanno un fascino stranamente universale. c'è canzoni carine per aiutarti a far fronte a stress e ansia , che può trattenerti mentre piangi in una bolla pastello di energia. E poi, una playlist come hai una relazione tossica, ma è una playlist può aiutarti a dare un nome a sentimenti o esperienze che hai faticato a esprimere. Playlist come queste rispondono alla domanda dell'ascoltatore contemporaneo di musica 24 ore su 24 e cura dell'umore. Amplificano ogni sensazione, trasformando i pensieri più fugaci in una pioggia di vibrazioni. Prendi, ad esempio, cosa è successo dopo Intervista del principe Harry e Megan Markle con Oprah , che ha coinciso con il 99enne Principe Filippo, l'ultimo periodo in ospedale del Duca di Edimburgo. L'intervista ha riacceso la rabbia contro la monarchia britannica, che ha poi resuscitato meme che usavano una vecchia foto del Duca . Ispirata da un tweet che diceva che il Ponyboy di SOPHIE avrebbe sicuramente posto fine alla vita del fragile duca, Chloe Wilkerson, una studentessa di 22 anni di Darby, in Inghilterra, ha deciso di creare una playlist che fosse una risposta alla premessa del meme virale, facendo un ulteriore passo avanti : Se Ponyboy potesse uccidere il Duca, come suonerebbe un intero elenco di canzoni altrettanto intense e stimolanti? Il risultato è stata una raccolta di bop hyperpop di forte impatto abbinati alle orribili foto della partenza dall'ospedale del principe Filippo e al titolo originale: canzoni che avrebbero ucciso il principe Filippo sul posto. Wilkerson lo ha condiviso con il gruppo Oddly Specific Playlist di Facebook e la loro playlist è presto apparsa su Tweet e TikTok virali; attualmente ha quasi 50.000 follower su Spotify. Tuttavia, sin dalla sua creazione, la playlist è stata costretta da Spotify ad ammorbidire il suo tono e il titolo ha dovuto essere modificato. A un certo punto sono state nominate canzoni che avrebbero fatto addormentare il vecchio uomo reale, ma Wilkerson mi dice, ridacchiando, che questo titolo è durato solo 10 minuti.AnnuncioDopo una manciata di cambi di nome, la playlist attualmente nota come mixtape per il mio bestie prince philip :) rappresenta un ottimo esempio del fascino della musica in pezzi iper-specifici. Penso che con la musica, spiega Wilkerson, sia molto facile trovare situazioni in cui ti viene una sensazione specifica. Alcune delle loro altre playlist popolari includono musica che le persone non binarie normalmente ascoltano e stimolano l'ADHD. Spiegano: creo sempre playlist con le persone, ho una playlist della community che le persone possono aggiungere ed è un buon modo per scoprire la musica e comunicare con le persone. Nel Playlist stranamente specifiche Gruppo Facebook, oltre 20.000 membri si riuniscono per condividere e presentare in laboratorio le loro creazioni. La playlist iper-specifica si rivolge a una circostanza o esigenza musicale particolare, spesso peculiare, raccogliendo brani che si adattano a un tema, premessa o persino memoria scelti. Per i creatori di tali playlist, la caccia a canzoni e immagini è infinita, le loro menti salvano costantemente le canzoni per dopo, raccolgono artefatti per creare playlist così precise da diventare illimitate. Il canale YouTube di Olivia Lee è famoso per le sue playlist estremamente accurate come, stai studiando in una biblioteca infestata dai fantasmi (una playlist dark dell'accademia) e hai fatto un sogno sul tuo carattere di conforto, solo per svegliarti (una playlist). Lee inizia con una singola canzone, di solito quella che si sente negli studi di balletto o nelle colonne sonore dei film, oppure inizia con una foto o un'immagine che trova su Pinterest e, a volte, ha già una storia in mente. Con l'aiuto della funzione dei consigli di Spotify, raccoglie circa 40 minuti di brani, trova l'immagine giusta e poi li incorona con un titolo in corso che descrive in dettaglio uno scenario elaborato: penso che i titoli siano un po' come un prompt , in modo che le persone nei commenti possano scrivere storie basate su di esse. La sua sezione dei commenti è piena di persone che rispondono ai suoi suggerimenti da nemico a amante e nota che le persone vengono per la musica ma rimangono per le storie. Lee sente che i suoi titoli sono la chiave del successo del suo canale. Come ascoltatori, hanno appuntato le sue playlist alle loro schede estetiche e sono diventate elementi costitutivi per chiunque desideri trasformare la propria vita in un oscuro mondo dei sogni accademico. Quando le è stato chiesto se persegue un'estetica accademica oscura nella sua vita, Lee spiega che la sua vita non assomiglia per niente ai mondi immaginati dalle sue playlist, È quello che aspiro ad essere. Questo è quello che voglio avere come estetica. Ma il canale di Lee è tutt'altro che singolare. Attraverso Internet, le persone stanno estraendo archivi Internet per costruire blocchi per costruire i propri mondi, raccogliendo canzoni per sottoporre a soundbar le loro fantasie mentre vanno. Stanno immaginando un mondo prima della pandemia attraverso un'estetica simile. Sognano mondi in cui una singola canzone scritta da un artista trans pionieristico può uccidere un membro di una delle istituzioni più antiche e oppressive del mondo. E sì, hanno grandi piani post-COVID in cui una playlist come canzoni rallentate mi piacerebbe far riarrangiare i miei organi per tornerà utile. La playlist iper-specifica sta prendendo il sopravvento sul modo in cui ascoltiamo la musica perché, mentre i sistemi e i modi di vivere di vecchia data vanno in pezzi, ci siamo resi conto che non c'è mai stato un momento migliore per investire le nostre energie nella creazione di nuovi mondi, colonne sonore perfette e tutto.